Lo smemorato di Collegno

 

Il caso giudiziario de “Lo smemorato di Collegno” – l’uomo senza identità internato nel manicomio alle porte di Torino – appassionò l’opinione pubblica italiana del primo dopo guerra.
Tutto ha inizio con una pubblicazione datata 6 febbraio 1927 su “La Domenica del Corriere” che ritrae l’immagine di uno sconosciuto, apparentemente privo di memoria, ricoverato da un anno presso il manicomio di Collegno.
Una donna, Giulia Canella dichiara che si tratta di suo marito, il professore di filosofia di Verona, scomparso in combattimento in Macedonia durante la prima guerra mondiale, Giulio Canella.
Ma non è la sola: è l’inizio di una guerra giudiziaria che vede due donne, Giulia Canella e Rosa Bruneri contendersi il marito scomparso.
Oggi, per la prima volta, si arriva a confrontare il DNA dei discendenti dei due ceppi familiari per provare a ridargli un’identità certa.

Guarda il trailer
Regia

Barbara Bernardini

Anno

2014

Durata

50 minuti

Broadcaster

A+E Italy

Prodotto

Michele Politi
Marco Visalberghi

Distributore

Tecomovie